Escursione Oasi di Morigerati 03/04/2016


FacebookWhatsAppTwitterPinterestGoogle+Condividi
Foto Escursione Per info e prenotazione chiamare il responsabile al  335 63 12 821 Le prenotazioni devono essere effettuate entro giovedi 31/03/2016 per poter prenotare l'ingresso e la guida all'oasi. Partenza: Agropoli - Campo sportivo ''Raffaele Guariglia'' ore 7:45 Dati Tecnici
 Area Comune di Morigerati
 Lunghezza 4 chilometro A/R
 Tempo di  percorrenza 3 ore
 Da visitare Il percorso prevede la visita alla Grotta della Risorgenza del fiume Bussento; la visita alla Stazione di muschi e licheni più estesa del sud Italia; Antico mulino a pale orizzontali, antico borgo di Morigerati
 Difficoltà  T/E
 Equipaggiamento scarpe da trekking, borraccia, torcia elettrica, binocolo, macchina fotografica
 Pranzo  Pranzo a sacco all'interno dell'oasi
Costo dell'Escursione: 20 € Soci e affiliati F.I.E , 25€ non soci La quota è comprensiva di: Navetta A/R da Agropoli Ingresso e guida all'Oasi

OASI WWF "GROTTE DEL BUSSENTO"

L’Oasi è il progetto di conservazione più importante del WWF Italia e rappresenta l'intervento concreto in difesa del territorio naturale e della biodiversità. Creata nel 1985, ha una estensione di 607 ettari. È un'oasi di protezione della fauna, soggetta a vincolo paesaggistico ed idrogeologico. La gestione è diretta, in convenzione con il comune di Morigerati. L'abitato è adagiato sulla sommità di una rupe che domina l'Oasi WWF della grotta di Morigerati, al cui interno si possono ammirare le meravigliose risorgenze del Bussento. È dotata di percorso natura ed area attrezzata per la visita alle grotte. Si effettuano: visite guidate, campi di lavoro, settimane verdi, campi di studio e ricerche. L’Oasi è prima di tutto salvaguardia di un territorio, tutela della biodiversità, mantenimento di paesaggi e valori naturali, ma non solo. L’esistenza di un’Oasi ha permesso e permette la tutela di un tassello di territorio che sarebbe andato perduto o avrebbe subito azioni di degrado anche irreversibili.

Il fondo della gola del fiume Bussento offre un habitat suggestivo in cui la vegetazione di ripa è caratterizzata dallo sviluppo di muschi e felci, e tra gli alberi, di salici ed ontani. A nord-ovest, in posizione dominante sul vallone, si estende una lecceta ben conservata. Sugli altri versanti esposti a nord il leccio è accompagnato dalla roverella, dal frassino e dal carpino, mentre sul versante verso il paese di Sicilì si estende in prevalenza la macchia mediterranea. Il versante a sud-est favorisce piante amanti del clima caldo-arido come l'euforbia arborea, l'ampelodesma e il lentisco. La presenza di molte specie animali, alcune delle quali in via di estinzione, conferma l'importanza di conservare l'ecosistema del fiume Bussento.

Molto ricca è anche la fauna dei corsi d'acqua dove senza dubbio domina la popolazione di lontre (Lutra lutra), forse la più ricca d'Italia. Nelle aree più prossime alle sorgenti, dove l'acqua è più fredda, più costante ed i folti boschi ripariali forniscono abbondante ombra, vivono la rara Salamandra dagli occhiali (Salamandrina terdigitata), endemismo italiano di grande interesse naturalistico, e la più comune Salamandra (Salamandra salamandra). La fauna acquatica è caratterizzata inoltre dalla presenza di trote, gamberi e granchi. Nei siti con acque più limpide e ricche di ossigeno abbondano la Trota (Salmo macrostigma) ed il Merlo acquaiolo (Cinclus cinclus), lungo le sponde sono frequenti piccoli trampolieri limicoli come il Corriere piccolo (Charadrius dubius) mentre nelle piccole pozze la Rana italica, la Rana dalmatina, l'Ululone dal ventre giallo (Bombina pachypu) e il Rospo (Bufo bufo); tra le gole rocciose il raro Biancone (Circaetus gallicus), rapace di grandi dimensioni che si nutre prevalentemente dei rettili che frequentano l’oasi. Nelle leccete sono presenti il gatto selvatico e il lupo. Tra gli uccelli più significativi ricordiamo i rapaci, come il raro astore, il gheppio e i nibbi. È inoltre presente il corvo imperiale. Un elemento fondamentale del paesaggio rurale che caratterizza il territorio del comune di Morigerati è la presenza del Fiume Bussento e del relativo bacino idrografico di riferimento. Tale corso d’acqua attraversa il territorio comunale, per circa 7 Km, a partire dalla zona della risorgenza (grotte del Bussento); tale corso d’acqua segna in maniera profonda il territorio e costituisce uno dei fenomeni di maggiore rilevanza dal punto di vista paesaggistico-ambientale; inoltre il tratto sotterraneo del Bussento dà vita ad uno dei fenomeni carsici di maggiore importanza presenti in Italia. Il comune di Morigerati è ubicato nel Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano ed è valorizzato nell’ambito dello stesso con l’itinerario n° 15 del Parco.

Le info sono proprietà dell' OASI WWF "GROTTE DEL BUSSENTO"